Chiesa Dei Figli del Signore Gesù Cristo

Indice
GESÙ CRISTO RITORNA
 
Studi Biblici
 
Lettera aperta dal Dio dei loro padri a tutto il popolo d'Israele
 
Punti Biblici
 
 
 

Al vostro servizio

Chi Siamo
 
Indirizzi e Telefoni
 
contatto noi
 

Español      English

    Italiano      Português

Français      Deutsch

 

Studio: 11                                     

L’Apostolo Paolo davvero circoncise a Timoteo?

 

   Nella Scrittura si trova che Paolo volle che Timoteo andasse con lui, ma prima lo circoncise a motivo dei giudei che erano in quei luoghi, perché tutti sapevano che suo padre era greco (Atti 16:3). Tuttavia, questo non si accorda con quello scritto negli Atti 15:1-32; dove si dice che Paolo e Barnaba avettero una non piccola CONTROVERSIA e DISCUSSIONE con alcuni discesi dalla Giudea che insegnavano ai Fratelli: “Se non siete circoncisi secondo il rito di Mosé, non potete essere Salvati” (vedere Atti 15:1-2; Atti 15:22-24). Allora fu ordinato dalla Chiesa che Paolo, Barnaba e alcuni altri di loro salissero, per tale questione, a Gerusalemme da quelli che erano Apostoli del Signore prima di Paolo (Galati 1:17).

   Pertanto, si radunarono gli Apostoli e gli Anziani (vedere Giovanni 16:12-15 e Matteo 18:19-20) per esaminare questo problema. Ed essendo sorta una grande DISPUTA, Pietro raccontò loro come Dio scelse lui affinché i gentili udissero la Parola dell’Evangelo e Credessero (vedere Atti 10:1-43). E Dio ha reso loro Testimonianza, dando loro il Dono dello Spirito Santo proprio come quelli che Dio scelse tra i giudei (Atti 2:4; Atti 2:38; Atti 10:44-48 e Atti 11:1-18). Avendo PURIFICATO i loro cuori mediante la Fede (Atti 11:4-10). “Ora dunque perché Tentate Dio, mettendo sul collo dei discepoli un giogo che né i nostri padri né noi abbiamo potuto portare?. “Ma noi crediamo di essere Salvati mediante la Grazia (Spirito Santo) del Signore Gesù Cristo, e NELLO STESSO MODO ANCHE LORO” (Atti 15:10-11). Dopo Giacobbe prese la parola dicendo: “Perciò io ritengo che non si dia molestia a quelli che tra i gentili si CONVERTONO a Dio, ma che si scriva loro di astenersi dalle contaminazioni degli idoli, dalla fornicazione, dalle cose soffocate e dal sangue (Atti 15:19-20). Così, inviarono a Giuda  e Sila assieme a Paolo e Barnaba con questa lettera: “Infatti è parso BENE allo Spirito Santo e noi (rivedere Matteo 18:19-20 e Giovanni 16:12-15) di NON imporvi ALCUN ALTRO PESO all’infuori di queste cose necessarie: che vi asteniate dalle cose sacrificate agli idoli, dal sangue, dalle cose soffocate e dalla fornicazione, farete BENE a guardarvi di queste cose. State BENE”. I Fratelli di Antiochia si rallegrarono della CONSOLAZIONE (vedere Atti 15:19-32). Paolo, d’accordo con questo Comandamento dal Signore, scrisse: “Negli altri casi, ciascuno continui a vivere nella condizione che Dio gli ha assegnato e come il Signore lo ha chiamato, e così ORDINO in tutte le Chiese. Qualcuno è stato chiamato quando era circonciso? Non lo nasconda; qualcuno è stato chiamato quando era incirconciso? NON SI FACCIA CIRCONCIDERE. La circuncisione è nulla e la incircuncisione è nulla, ma quel che importa è l’osservanza dei COMANDAMENTI di Dio” (1 Corinzi 7:17-19). C’è poi da Meditare che la Legge e i Profeti arrivarono fino a Giovanni Battista, in avanti l’Evangelo del Regno di Dio è annunziato (l’Evangelo della Salvezza), e tutta la Legge e i Profeti dipendono da questi due Comandamenti: “Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta l’anima tua e con tutta la tua mente”. E il secondo simile a questo, è: “Ama il tuo prossimo come te stesso” (vedere Luca 1:16-17; Mateo 22:37-40; Galati 5:13-14). Infatti, “IL FINE DELLA LEGGE È CRISTO per la Giustificazione di ognuno che crede a Lui” (Romani 10:4; Romani 4:3). Perché, quale essere umano poteva, può o potrà adempire la Legge? (vedere Atti 15:8-11; Giacomo 2:8-11); quindi tutti coloro che si fondano sulle opere della Legge sono sotto la MALEDIZIONE, perché Dio Giustifica l’uomo mediante la Fede (vedere Galati 3:5-12). Poiché “Cristo ci ha riscattati dalla Maledizione della Legge, essendo divenuto Maledizione per noi (poiché sta scritto: “Maledetto chiunque è appeso al legno”), affinché la Benedizione di Abrahamo pervenisse ai gentili, perché noi ricevessimo la Promessa dello Spirito mediante la Fede” (vedere Galati 3:13-14; Galati 3:1-6; Atti 2:1-39 e Atti 10:44-48).

    “Poiché in Cristo Gesù né la circoncisione né l’incirconcisione hanno alcun valore, ma la Fede che OPERA MEDIANTE L’AMORE. Voi correvate Bene, chi vi ha ostacolato a impedendovi di ubbidire alla Verità?” (Galati 5:6-7). “Ora quanto a me, fratelli, se io predico ancora la circoncisione, perché sono perseguitato?. Allora lo scandalo del legno sarebbe abolito. Oh, si facessero pur anche mutilare coloro che vi turbano!” (Galati 5:11-12). “Ecco, io, Paolo, vi dico che se vi fate circoncidere, Cristo non vi gioverà nulla. E daccapo attesto ad ogni uomo che si fa circoncidere che egli è OBBLIGATO AD OSSERVARE TUTTA LA LEGGE. Voi, che cercate di essere giustificati mediante la legge, vi siete separati da Cristo; siete scaduti dalla Grazia” (Galati 5:2-4).

   Ora presso Dio non c’è alcuna parzialità (Colossesi 3:25; Atti 10:34; Romani 2:11; Galati 2:6; Efesini 6:9). Allora, perché Paolo avrebbe stato parziale verso di Timoteo, e “lo cisconcise a motivo dei giudei” che erano in quei luoghi; Tentando a Dio per OBBLIGARE a Timoteo ad osservare tutta la Legge?.

   Lei che ha letto fino a questo punto, crede davvero che Paolo trasgredì il Comandamento di Dio per gradire agli uomini?. Se fosse così, quello scritto in Galati 1:1, Galati 1:6-12 e Galati 2:3-6 sarebbe una menzogna, essendo dunque Paolo un falso Operaio di Cristo. Ma lo stesso Paolo scrisse: “Infatti, cerco io ora di cattivarmi l’approvazione degli uomini o quella di Dio?. Oppure cerco di piacere agli uomini?. Infatti, se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servo di Cristo” (Galati 1:10). Amen.

 

Copyright © 2004 - 2018  Chiesa Dei Figli del Signore Gesù Cristo