Chiesa Dei Figli del Signore Gesù Cristo

Indice
GESÙ CRISTO RITORNA
 
Studi Biblici
 
Lettera aperta dal Dio dei loro padri a tutto il popolo d'Israele
 
Punti Biblici
 
 
 

Al vostro servizio

Chi Siamo
 
Indirizzi e Telefoni
 
contatto noi
 

Español      English

    Italiano      Português

Français      Deutsch

 

Studio: 9                                                         

Che cosa è La Decima?

 

Introduzione:

   Oggi, le decime sono capite come la decima parte del ingresso di una persona, che nella maggioranza delle chiese se stesse chiamate “Cristiane” ne ricevono dai membri, i quali frequentemente sono stimolati a fare un maggior sforzo per accrescere la quantità che essi possono approdare; cosí anche la “Benedizione dal Signore sarebbe aumentata su di essi”, allora il Dono di Dio verrebbe conesso alla quantità di denaro che ciascuno può approdare. C’è poi da domandarci: È questa la Volontà del Signore Gesù Cristo?. Tutte queste persone vivono sotto la Legge o sotto la Grazia?. Non sta scritto sulle decime nella Legge che Dio diede a Mosé e il chiaro scopo di esse?.

   Dallo precedente si può percepire che nelle tali “Chiese Cristiane” non conoscono la Volontà di Dio perché le loro capi operano secondo i loro propri desideri e non secondo Cristo; o forse tutti essi sono Leviti e quindi hanno diritto di essere sostentati per tutte le altre tribú affinché possono “servire” Dio continuamente?

 

Gesù Cristo Abrogò la Legge

   Se tu sei il nostro genuino Fratello sai che il fine della Legge è Cristo (Romani 10:4); allora a motivo di questo NON SI TROVA, dopo aver il Signore costituito la Chiesa (il giorno della Pentecoste), un sol passaggio nella Bibbia con l’Obbligo dai Fratelli per Approdare le decime, qualsiasi sia la Congrega da noi considerata; inoltre, il Signore dice noi: “Gratuitamente avete Ricevuto, Gratuitamente Date” (Matteo 10:8): “Chi ha Sete Prenda in Dono dell’Acqua della Vita” (Apocalisse 22:17). Nonostante il Signore stesso spiega che “l’Operaio è Degno del suo Nutrimento” (Matteo 10:10). Ma questo tema che è fondato sulle offerte che volontariamente sono date e nell’ONESTA AMMINISTRAZIONE di esse, merita di fare uno Studio specifico. Tuttavia noi possiamo verificare che hanno fatto gli Apostoli del Signore, Condotti dallo Spirito Santo, in rapporto il tema di Dare che di Ricevere, se Scrutiniamo Le Scritture sin gli Atti fino il Libro del Apocalisse. Ma, ricordiamo le parole di Paolo Apostolo ai Fratelli di Tessalonica: “Voi stessi infatti sapete in qual modo dovete IMITARCI, perché non ci siamo comportati disordinatamente fra di voi, E NON ABBIAMO MANGIATO GRATUITAMENTE IL PANE DI ALCUNO, MA ABBIAMO LAVORATO CON FATICA E TRAVAGLIO giorno e notte, per non essere DI PESO ad alcuno di voi. Non già che non ne avessimo il DIRITTO…: Se qualcuno NON VUOL LAVORARE NEPPURE MANGI” (2 Tessalonicesi 3:7-10).

 

Abrahamo diede a Melchisedek la Decima per tutti i Figli della Promessa

   La Decima che Abrahamo diede a Melchisedek è Equivalenti alle decime ordinate da Dio nella Legge a Mosé?

   Quando Abrahamo diede La Decima di ogni cosa a Melchisedek (Genesi 14:18-20) la Legge non aveva venuta ancora, perché Dio la diede a Mosé dopo quattrocentotrent’ anni; inoltre la Legge non anulla il Patto (Promessa) ratificato prima da Dio in Cristo (ad Abrahamo), in modo da annullare la Promessa, la cui ha continuata essendo VALIDA e soltanto mediante Essa abbiamo accesso alla Vita Eterna, la nostra Eredità, mai per la Legge (Galati 3:17:18 e Galati 3:22).

   Da quanto precede possiamo capire che ci sono due cammini, Uno della Promessa e un altro della Legge.

   Al Cammino della Promessa appartengono Abrahamo e tutti quelli predestinati da Dio per essere Adottati come i suoi Figli mediante il suo Santo Spirito, che ha cominciato l’Opera Buona in noi e la porterà a Compimento fino al Giorno di Cristo Gesù, affinché entriamo nella Vita Eterna; questo è il compimento assoluto della Promessa che Dio fece ad Abrahamo (Romani 8:11-17; Galati 4:5-7; Filippesi 1:6; Ebrei 12:23). Pertanto la BENEDIZIONE DA DIO AD ABRAHAMO arriva anche a tutti quelli che siamo della stessa Fede di Abrahamo, quelli che come Gesù Cristo viene al nostro incontro rendiamo Lui l’intero nostro spirito, anima e corpo, per essere santificati e conservati da Lui irreprensibili fino alla sua prossima Venuta (1 Tessalonicesi 5:23). Perciò, quando Melchisedek ricevette da Abrahamo la Decima di ogni cosa, ha ricevuto il suo Figlio Abrahamo ed anche noi tutti, i suoi Figli (Galati 3:25-29 e Galati 3:8) che siamo stati predestinati alla Vita Eterna prima della fondazione del mondo (Efesini 1:4-5; Efesini 1:11-22 e Efesini 2:4-6), tutti quelli che essendo Giustificati per la Fede in Cristo Gesù - cioè il compimento della Promessa – VIVIAMO DAVANTI A DIO (Romani 8:1-4 e Romani 8:10-14). Questa è la Decima che Abrahamo ha CONSACRATA allo stesso Dio; e in Abrahamo anche Levi, che riceve le decime, fu sottoposto alla Decima. Perché quando Melchisedek andò incontro ad Abrahamo, Levi ancora si trovava nei lombi di Abrahamo (Ebrei 7:9-10).

 

Se noi facciamo le Opere della Legge siamo sotto la Maledizione:

   Il secondo cammino è quello della Legge, il quale non ha alcuna cosa in comune col Cammino della Fede; perché il giusto Vivrà per la Fede (Abacuc 2:4; Romani 1:17; Galati 3:11; Ebrei 10:38). Ma nella Legge sta scritto: “Maledetto chi non si attiene alle parole di questa Legge, per metterle IN PRATICA!(Deuteronomio 27:26; Galati 3:10; Galati 3:13; Levitico 18:5). Ora, non viene Ordinato da Dio nella Legge che tutte le altre tribú dovevano sostenere alla tribú di Levi poiché di essa provengono entrambi la casta sacerdotale e i leviti che erano consacrati per il servizio sclussivo di Dio?. Quindi questo Comandamento del Signore doveva essere compito; ma se questo è compito si deve anche compire ciascuno degli altri; allora se siamo Giustificati dalla Legge, abbiamo annullato la Grazia di Dio, INVANO MORÍ CRISTO! (Galati 2:16-21). Ma, qual uomo poteva, può o potrà compiere tutti i punti della Legge?; perché se viene meno in un sol punto è colpevoli su tutti i punti (Malachia 3:6-10; Giacomo 2:10-11). Allora, non inciampano tutti quelli che se stessi si denominano cristiani, nella Pietra d’inciampo e la Roccia di scandalo, poiché dimenticano volontariamente (2 Pietro 3:5) la Giustizia di Dio e cercano di stabilire la propria “giustizia” per lucro disonesto? (Romani 9:33; Romani 10:3). Non hanno letto le Scritture?; non hanno percepito che la Legge non ha portato nulla a compimento (Ebrei 7:19; Ebrei 10:1) e che la Legge e i profeti arrivano fino a Giovanni Battista (Luca 16:16) e che il FINE DELLA LEGGE È CRISTO? (Romani 10:4). Quindi, nessuno è Giustificato per le opere della Legge ma per mezzo della Fede in Gesù Cristo (Galati 2:16; Galati 5:4); poiché essendo presente quello che è PERFETTO, la Legge è annullata a motivo della sua debolezza e inutilità (Ebrei 7:18). Ma per ANNULARE la Legge Gesù Cristo ha pagato il MASSIMO PREZZO, ha messo la sua vita fino alla morte sul Legno, per Riscattarci di sotto la MALEDIZIONE della Legge col suo PREZIOSO SANGUE (1 Pietro 1:18-20); perché Egli essendo lo stesso Dio è chi ha dato La LEGGE e anche l’UNICO che portò a compimento tutti i punti che sono in Essa. Amen.

 

Copyright © 2004 - 2018  Chiesa Dei Figli del Signore Gesù Cristo